Anche se la mole di contenuti sul “tubo” sta crescendo esponenzialmente, non si può dire la stessa cosa sulla qualità degli stessi. Di recente un restyling ha fatto notare una sorta di miglioramento, e sicuramente stanno dando un idea di miglioramento dei contenuti che dovranno passare attraverso “moderatori” sempre più presenti e probabilmente in carne ed ossa.
Prenderemo tutte le misure necessarie per proteggere la nostra community e assicurarci che YouTube continui a essere un luogo in cui i creator, gli inserzionisti e gli utenti possano crescere” – conferma Susan Wojcicki, CEO di YouTube.Per questo motivo vi consigliamo di stare attenti specialmente quando a navigare sono giovani e in particolar modo i giovanissimi.