Le regole generali per l’acquisto sono sempre le stesse: controllare il maggior numero di offerte possibile, gli sconti abbondano soprattutto online. Nel caso della scuola secondaria – e soprattutto se il notebook dovrà essere portato in classe – evitare forti investimenti. Primo perché le probabilità di guasto per cadute o urti accidentali sono alte, secondo perché è inutile sovrastimare le necessità attuali pensando di far fronte a quelle del prossimo decennio: questa eventualità non si verifica quasi mai. Nella stragrande maggioranza dei casi configurazioni di fascia bassa sono sufficienti, tranne casi specifici che vediamo.
In questa guida diamo qualche consiglio di base con dei modelli di esempio per ciascuna categoria, di modo da sapersi meglio orientare.

continua su https://www.tomshw.it/migliori-notebook-studiare-87213